Il progetto nasce per rispondere in maniera adeguata alla domanda sempre più crescente di informazione, formazione e aggiornamento di tutti coloro che ruotano intorno al mondo sportivo giovanile, migliorando la qualità del servizio offerto dalle società sportive ai propri allenatori, ai ragazzi e alle loro famiglie.

Lo sport può essere uno strumento efficace nel promuovere lo sviluppo dei giovani e per consapevolizzare il loro potenziale considerando anche che in Italia l’attività giovanile coinvolge centinaia di migliaia di giovani. La crescente importanza economica che lo sport ha assunto, ma soprattutto il peso sociale che l’attività sportiva ha nell’odierna società, richiede una maggiore qualificazione di tutto il movimento sportivo in particolare degli istruttori e del ruolo fondamentale del genitore.

La psicologia dello sport studia i processi psicologici, che guidano la prestazione sportiva e si propone di favorire il miglioramento dei risultati sportivi nel rispetto del benessere psicofisico dell’atleta, di ottimizzare il lavoro dell’equipe tecnica e del gruppo squadra e di favorire una continuità educativa sport-famiglia.

La figura del tecnico oggi rappresenta il fulcro attorno a cui ruota il sistema sportivo giovanile, tecnico che non può dunque prescindere da un’adeguata e specialistica preparazione sul piano psicologico ed educativo. I giovani atleti devono poter fare affidamento su allenatori competenti e di alto livello, in grado di fornire strumenti e competenze utili a migliorare il rendimento e le prestazioni sportive.

Il contributo che la psicologia dello sport unita a tecniche di PNL possono dare all’interno di una società sportiva rappresenta una risorsa importante affinché lo sport sia sempre più occasione formativa e di sviluppo cognitivo, psicologico e socio – relazionale per i giovani atleti.

DESTINATARI DEL PROGETTO

Il progetto è rivolto a tutti i tecnici, genitori e giovani atleti del Settore Giovanile.

I tecnici e i genitori che aderiranno all’iniziativa parteciperanno a seminari tenuti da esperti nell’ambito della Psicologia dello Sport e della Programmazione Neuro-Linguistica (PNL)aventi come argomenti le problematiche che riguardano i settori giovanili quali la capacità di comunicare, la formazione psico-fisica dei bambini, la gestione dei gruppi, la comunicazione allenatore–genitore, la capacità di saper gestire stati d’animo negativi (rabbia, ansia, eccessiva aggressività) motivazione e concentrazione, ecc.

OBIETTIVI SPECIFICI:

  • Potenziare le capacità psicologiche dei giovani atleti al fine di migliorare il rendimento e la performance;
  • Accrescere il livello di autostima e di fiducia nelle proprie capacità sia nei giovani atleti che nei tecnici;
  • Trasmettere strategie mentali che consentono di prevenire e gestire l’ansia nella fase pre – gara;
  • Riduzione ed eliminazione della posizione mentale di inferiorità al confronto con avversari ritenuti più forti;
  • Migliorare la comunicazione e la coesione all’interno del gruppo, creando senso di appartenenza e spirito di squadra;
  • Sviluppo delle capacità di concentrazione
  • Ottimizzare la capacità di comunicazione verbale in campo;
  • Sviluppo dell’autocontrollo per la gestione delle emozioni, per il miglioramento delle prestazioni sportive e dell’immagine (rabbia, nervosismo, aggressività eccessiva);
  • Potenziare le capacità comunicative, relazionali  e di leadership degli allenatori;
  • Fare un’analisi delle dinamiche in atto tra atleti e staff tecnico (qualità della comunicazione, gestione dei conflitti);
  • Creare un‘alleanza educativa tra famiglie e società sportiva;
  • Sensibilizzare i genitori, i dirigenti e gli allenatori ad assumere il ruolo di educatori al fine di trasmettere i veri valori dello sport.

ATTIVITA’:

  • 8 incontri di formazione ed aggiornamento con gli allenatori (2,5 ore cad) comprensivi di incontri con la squadra
  • 4 incontri di sensibilizzazione con i genitori  (3 ore cad)
  • 4 incontri di sensibilizzazione con i genitori giovanile – allievi (3 ore cad)
  • 2 volte al mese Sportello di ascolto: colloqui singoli con i ragazzi colloqui singoli con i genitori

Metodologia: Lo strumento didattico che sarà utilizzato prevede lezioni frontali di tipo interattivo e partecipativo.

Formazione per Allenatori

OBIETTIVI:

  • Sviluppare le capacità di leadership e le competenze psicologiche, relazionali e comunicazionali, al fine di sostenere positivamente i ragazzi nel percorso sportivo;
  • Alimentare negli allenatori la consapevolezza circa il proprio ruolo di educatori.

CONTENUTO DEL PRIMO INCONTRO

  • Presentazione degli argomenti e delle finalità del corso di formazione;
  • Introduzione alla psicologia dello sport e ai suoi strumenti operativi;
  • Il ruolo e le funzioni dello psicologo dello sport;
  • Analisi dei fattori mentali e psicologici che influiscono sulle prestazioni sportive;
  • Istruttori come educatori e promotori del benessere psicofisico del bambino attraverso il gioco di squadra;
  • Il codice etico degli istruttori.

CONTENUTI DEL SECONDO INCONTRO

  • Essere allenatori di se stessi;
  • Le competenze psicologiche e relazionali dell’allenatore;
  • Analisi dei punti di forza e di debolezza;
  • Convinzioni potenzianti e convenzioni disabilitanti.

CONTENUTI DEL TERZO INCONTRO

  • Gli stili di leadership nello sport;
  • Come accrescere la propria leadership all’interno del gruppo.

CONTENUTI DEL QUARTO INCONTRO

  • La motivazione: il ruolo dell’allenatore
  • Autostima e  percezione di efficacia nello sport giovanile;
  • Le cause dell’abbandono precoce nello sport;
  • Goal setting: definire e sviluppare obiettivi positivi, realistici e sfidanti.;

CONTENUTI DEL QUINTO INCONTRO

  • La relazione allenatore – giovane atleta e la gestione delle emozioni
  • Gli stili comunicativi : metodi e strategie per migliorare la comunicazione all’interno del gruppo sportivo;
  • La pedagogia dell’errore e la capacità di ascolto.

CONTENUTI DEL SESTO INCONTRO

  • Il gruppo – squadra: aspetti psicologici;
  • La gestione delle dinamiche interpersonali;
  • Il sociogramma di Moreno.

CONTENUTI DEL SETTIMO INCONTRO

  • Il ruolo dell’ansia nelle competizioni sportive;
  • L’avversario interiore;
  • La concentrazione e i fattori distraesti;
  • Le strategie per vincere l’ansia negativa e lo stress;

CONTENUTI DELL’OTTAVO INCONTRO

  • La collaborazione genitori – allenatori : una risorsa utile e neces saria allo sviluppo del benessere del giovane atleta;

 

Formazione per i genitori

OBIETTIVI

  • Conoscere le aspettative dei genitori;
  • Riflettere sull’importanza dello sport in età giovanile;
  • Favorire l’ascolto dei genitori sui bisogni dei ragazzi;
  • Prevenire alcuni atteggiamenti diseducativi che molto spesso si verificano nelle tribune durante le gare;
  • Dare alcuni consigli su come aiutare il proprio figlio a vivere l’esperienza sportiva in modo sereno, divertente e responsabile;
  • Far comprendere alle famiglie l’importanza di instaurare un’alleanza educativa con l la società sportiva, al fine di aiutare i giovani atleti a comprendere che lo sport sarà per loro una scuola di vita per crescere in modo sano, responsabile e per divert irsi;
  • Prevenire il conflitto allenatori e genitori, per evitare disagi ed abbandoni precoci da parte dei ragazzi.
  • Infanzia e adolescenza : aspetti psicologici Una sana collaborazione tra i genitori e l’allenatore consentirà al giovane atleta di apprendere determinati valori: imparare a rispettare gli orari, mantenere l’impegno preso con l’allenatore e i compagni, il rispetto per gli avversari e l’arbitro, saper gestire il tempo per conciliare in modo produttivo gli obiettivi scolastici con quelli sportivi e di svago in generale.

 

CONTENUTI DEL PRIMO INCONTRO

  • Presentazione degli argomenti e delle finalità del corso di formazione;
  • Il ruolo e le funzioni dello psicologo dello sport;
  • Analisi degli aspetti mentali e psicologici che influiscono nelle prestazioni sportive;
  • Il valore educativo dello sport nell’infanzia e nell’adolescenza;
  • La gestione del tempo – il rapporto sport – scuola-tempo libero;
  • Gli stili educativi dei genitori;
  • Somministrazione di un questionario con lo scopo di conoscere le aspettative dei genitori nei confronti del figlio che pratica sport.

CONTENUTI DEL SECONDO INCONTRO

  • Restituzione e analisi dei dati del questionario somministrato nel primo incontro;
  • Le motivazioni nello sport giovanile;
  • Le cause dell’abbandono precoce;

CONTENUTI DEL TERZO INCONTRO

  • L’ansia nello sport giovanile:aspetti psicologici e somatici;
  • Il ruolo dei genitori nel prevenire o favorire l’ansia nei figli;

CONTENUTI DEL QUARTO INCONTRO

  • Analisi e riflessioni sul comportamento dei genitori durante le competizioni sportive dei figli;
  • Atteggiamenti e ruoli dei genitori nel sostenere la partecipazione sportiva dei propri figli
  • Il conflitto allenatore – genitore;
  • Norme, principi e regole che atleti, allenatori, dirigenti e genitori devono conoscere ed osservare per garantire la serenità e la funzionalità dell’attività sportiva.
  • Il codice etico dei genitori;
  • Valutazione finale del progetto.

 

Formazione per gli Allievi

OBIETTIVI

  • Dinamiche di gruppo,senso di appartenenza e spirito di squadra
  • Autostima, percezione di efficacia e motivazione
  • La gestione dell’ansia e degli stati d’animo negativi nella fase pre gara

SPORTELLO DI ASCOLTO 

Il progetto prevede l’apertura di uno sportello di ascolto (due volte al mese o una volta a settimana, da concordare) che avrà lo scopo di offrire sostegno psicologico agli atleti, e un servizio di consulenza ai genitori.

Sarà in questo contesto che il genitore potrà esporre domande, ricevere risposte in merito alle sue perplessità ed esternare una serie di problematiche che, altrimenti, non affiorando, rischierebbero di ingigantirsi o condizionare la serenità dell’ambiente.

Nei colloqui con i singoli ragazzi si cercherà di stilare un profilo emotivo per ogni atleta in cui saranno evidenziati punti di forza e aree di miglioramento di ogni giocatore.

Le attività dello sportello si svolgeranno presso una sede scelta dalla società. Gli interessati potranno accedere al servizio inviando un’e-mail esclusivamente allo psicologo, che stilerà un calendario degli incontri.

AREE DI INTERVENTO

  • Supporto psicologico ed emotivo agli atleti
  • Prevenzione del drop out o abbandono precoce della disciplina sportiva;
  • Presa in carico  delle difficoltà emotive, comportamentali o rela zionali all’interno delle dinamiche di gruppo, (incomprensione con il mister o i compagni, aggressività e rabbia, non rispetto delle regole e dei ruoli, incapacità di accettare la sconfitta o una sostituzione, mancanza di autostima e di fiducia nelle proprie capacità, riabilitazione psicologica dopo un infortunio);
  • Ansia agonistica;
  • Sostegno alla genitorialità e alla prevenzione del conflitto genito re-allenatore
  • Risposte a richieste specifiche delle varie componenti.

quali vantaggi hai?

  • Esercitazioni pratiche e test progressivi ti danno modo di misurare immediatamente le tue capacità e la comprensione delle tecniche che impari
  • Tutto ciò che impari durante questo corso ti sarà utile anche nella tua vita privata e con te stesso
  • Al termine del corso avrai un attestato di mental coaching – base, che darà maggiore credito alla tua professionalità.

Vuoi essere contattato dal nostro staff per avere delucidazione? Compila i campi sottostanti. Ti contatteremo entro 24 ore.

Vuoi informazioni su altri corsi?